Il memoriale Cavour

Piano primo

“Nascere all’ombra dell’aquila imperiale” (M09)

Un piccolo salotto stile impero evoca la nascita di Cavour, avvenuta a Torino il 10 agosto 1810. Narrazioni e immagini rimandano a quel tempo, in cui giocarono un ruolo decisivo Camillo Borghese e la moglie Paolina Bonaparte, padrino e madrina di battesimo del futuro statista.

“La fanciullezza e l’adolescenza. Camillo Cavour militare. La tempesta del cuore” (M10)

I ritratti e gli oggetti storici presenti nella sala rimandano alla giovinezza di Camillo Cavour. Le proiezioni rievocano i luoghi che videro operare il conte in veste di ufficiale del genio. Gli amori sono sintetizzati nella travolgente passione per Nina Giustiniani.

“La dimensione europea: la stagione dei viaggi” (M11/12)

Ad una installazione multimediale è affidata la narrazione del viaggio quale strumento di aggiornamento culturale del giovane Camillo, alla ricerca di una dimensione europea nel completamento della propria formazione. Nella sala sarà possibile ammirare gli affreschi della volta emersi durante i restauri, così come la celebre borsa da viaggio dello statista.

“La Biblioteca di Camillo: il tempio dello studio” (M13)

Nella biografia cavouriana la biblioteca è la fucina delle idee e della maturazione politico-culturale del protagonista. A partire dall’elenco dei libri da lui posseduti, un apparato multimediale porta in rilievo, estraendole virtualmente dalla libreria della biblioteca, le opere che concorsero alla formazione e informazione dello studioso prima e dell’uomo politico poi. porta in rilievo, estraendole virtualmente dalla libreria della biblioteca, le opere che concorsero alla formazione e informazione dello studioso prima e dell’uomo politico poi.