Archivio storico

Lettera di Camillo Benso di Cavour a Philippine Benso di Cavour, n. de Sales

S.d.          Ma chere Marina,
       je suis bien content de pouvoir te donner de mes nouvelles et j’éspére que tu te portes bien je ne fais pas ma letre bien longue parceque le courrier part environ a deux heures après midi.
        adieu Ma chère marina donne le bonjour a Monsieur Barole et à la Marquise Barole et quad la Marquise Barole reviendra de son voyage de l’Angleterre.…

Leggi tutto

Gai

gai, persona citata in una lettera di Camillo Cavour alla zia Victoire del 1815…

Leggi tutto

Giacinto Vincenzo DELLA TORRE (1747 – 1814)

Nacque a Saluzzo il 15 marzo 1747 da Filippo dei conti di Lucerna e Valle e da Vittoria Melano di Portula. Morto il padre e risposatasi la madre a Vercelli con Ignazio Costa, fu avviato alla carriera ecclesiastica, entrando nel convento di Torino della Congregazione degli agostiniani di Lombardia, dove emise la professione religiosa il 16 nov.…

Leggi tutto

Prosper Lucas

Prosper Lucas (1805-1885), francese, medico famoso e autore di opere sul magnetismo animale, sull’ereditarietà e sulla libertà d’insegnamento. Fonte: Diari, I, pag. 13, 58…

Leggi tutto

Charles Lucas

Charles-Jules-Marie Lucas (1803-1889), avvocato ed economista francese, tra i maggiori studiosi del sistema penale e carcerario. Deciso avversario della pena di morte, nel 1827 vinse il concorso sul tema della sua abolizione, bandito l’anno precedente dal filantropo ginevrino e zio di Cavour, Jean-Jacques de Sellon, con il quale egli mantenne poi stretti rapporti.…

Leggi tutto

Odillon Barrot

Camille-Hyacinte-Odilon Barrot (1791-1873), brillante e famoso avvocato e uomo politico francese. Di idee liberali, all’opposizione durante la Restaurazione, fu segretario del Governo provvisorio del luglio 1830. Prefetto della Senna e poi deputato, si schierò all’opposizione a partire dal Governo Périer (marzo 1831).…

Leggi tutto

Casimir Périer

Casimir Périer (1777-1832), importante banchiere e uomo politico francese, dapprima reggente della Banca di Francia e poi deputato dal 1817. Moderato e di idee blandamente costituzionali, fu all’opposizione di sinistra durante la Restaurazione e nel 1830 fu tra i firmatari del famoso indirizzo dei 221.…

Leggi tutto