Vieusseux, Giovan Pietro

 

Giovan Pietro Vieusseux (1779-1863), letterato di origine ginevrina e protestante, stabilitosi a Firenze nel 1819 dopo il crollo della sua casa commerciale, si era dedicato alla diffusione della cultura aprendo il suo famoso «Gabinetto scientifico e letterario», che offriva in lettura agli associati libri e giornali italiani e stranieri consentiti dalla censura granducale, meno severa di altre. Attorno ad esso e, dal 1821, alla rivista mensile «Antologia», si raccolse un folto gruppo di intellettuali, riparati in Toscana. La rivista, soppressa nel 1833 per ordine governativo, raccolse scritti di quasi tutti i più autorevoli uomini di cultura italiani e fu, a giudizio del Leopardi, il solo autentico giornale italiano. Tra le altre iniziative del Vieusseux vi fu anche l’«Archivio Storico Italiano» da lui fondato nel 1842 e diretto fino ai suoi anni più tardi.


Soprannome: Vieusseux

Fonte: Diari


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.