Matteucci, Carlo

 

Carlo Matteucci (1811-1868), chimico, fisico e fisiologo, nativo di Forlì, tra il 1831 e il 1835 si occupò di elettrochimica, dimostrando le leggi dell’elettrolisi che gli valsero il riconoscimento di Faraday e una fama europea. Ritornato all’attività scientifica nel 1851 dopo una lunga interruzione per un rovescio finanziario, assunse la cattedra di fisica a Pisa e studiò le aurore polari, la conducibilità elettrica della terra, alcuni aspetti di climatologia e le correnti muscolari, la cui scoperta lo pose tra i precursori della moderna elettrofisiologia. Membro della Società Italiana delle Scienze, senatore del Regno d’Italia, direttore dei telegrafi, fu ministro della Pubblica Istruzione nel 1862.


Soprannome: Matteucci

Fonte: Diari


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.