Boucheron, Carlo

Carlo Boucheron (1773-1838), latinista e grecista torinese, laureatosi in teologia e in legge non ancora ventenne, fu impiegato nella Segreteria di Stato del Regno sardo fino all’invasione francese. Docente di lettere latine nel liceo di Torino (1802) e poi di letteratura greca nell’università (1812), vi mantenne dal 1814 alla morte la cattedra di eloquenza greca e latina. Dal 1832 insegnò anche storia all’Accademia Militare e archeologia a quella di Belle Arti. Allievo di Tommaso Valperga di Caruso e condiscepolo del Peyron, rimase legato a una concezione retorica e oratoria piuttosto che storica e filologica nello studio delle lingue classiche. Tuttavia, la sua profondissima competenza gli permise di dirigere con grande merito l’edizione di oltre cento volumi di classici latini, voluta da Giuseppe Pomba. Non impegnato in politica attiva, fu però in amichevoli relazioni con uomini in chiara fama di liberalismo o perseguitati, come il filologo bolognese Michele Ferrucci, compromesso nei moti del 1831 e da lui raccomandato per una cattedra a Ginevra.


Soprannome: Boucheron, Bucheron

Fonte: Diari


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.